Sport

Campioni d’Europa: Wembley si tinge di azzurro

1 Mins read
Italia-Inghilterra 4-3 dcr, azzurri campioni d'Europa: maestri a casa loro.  La raddrizza Bonucci, Donnarumma para i rigori decisivi - Il Fatto  Quotidiano
Credits: Il Fatto Quotidiano

 Il percorso è stato bello, lungo e faticoso ma pieno di soddisfazioni. L’Inghilterra è stata una squadra solida in difesa e in mezzo al campo, un mix di giovani ed esperti. L’Italia all’inizio sembrava demoralizzarsi dopo il gol di Shaw. Il gol di Bonucci è stato spontaneo: l’istinto del difensore centrale nell’area di rigore avversaria.

Formazione Italia: Gianluigi Donnarumma, Giovanni Di Lorenzo, Leonardo Bonucci, Giorgio Chiellini, Emerson Palmieri, Nicolò Barella, Jorginho, Marco Verratti, Federico Chiesa, Ciro Immobile, Lorenzo Insigne: CT Roberto Mancini.

Formazione Inghilterra: Jordan Pickford, Kyle Walker, John Stone, Harry Maguire, Kieran Trippier, Kalvin Philips, Declan Rice, Luke Shaw, Raheem Sterling, Mason Mount, Harry Kane: CT Gareth Southgate.

A Wembley, la partita Italia-Inghilterra è finita 1 a 1: gol di Luke Shaw a 2 minuti dall’inizio e gol di Leonardo Bonucci al 67′. L’Italia però non si è arresa e ha battuto l’Inghilterra ai rigori: 4 a 3 grazie alla parata vincente di Donnarumma che ipnotizza Bukayo Saka e riesce a cancellare gli errori di Jorginho e Belotti.

È successo ancora, ai rigori come in semifinale contro la Spagna. Siamo campioni d’Europa 53 anni dopo l’ultima volta.

Coronavirus, Wembley illuminato con il tricolore dell'Italia
Lo stadio di Wembley si illumina con il tricolore dell’Italia
Credits: Corriere dello Sport

La Nazionale italiana era stata definita come “sfavorita” ma non si è mai tirata indietro e ha dimostrato il meglio: ora testa alla partita Italia-Bulgaria del 2 settembre. L’Italia riesce a dare il meglio soltanto quando si trova in condizioni di difficoltà senza il peso di dover vincere, libera di esprimere il proprio stile di gioco.

Sembra paradossale ma anche una vittoria sportiva come questa può contribuire a rilanciare l’economia del Made in Italy perché nel mercato globale avere più visibilità significa lasciare una buona immagine nella mente dei consumatori che possono scoprire il gusto, la qualità e le eccellenze dei prodotti del nostro Paese.

Molte nazionali di calcio hanno e hanno almeno avuto un fuoriclasse, ma il vero fuoriclasse della Nazionale italiana è lo spirito di squadra, il saper fare un gruppo solido e determinato, ciò che noi italiani nello sport, in questo caso nel calcio, sappiamo fare meglio di qualunque altra cosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *