Attualità

Come smaltire i gusci delle cozze e delle vongole?

1 Mins read

Estate, mare , sole, si sta all’aria aperta e si gustano i classici piatti della stagione… Ma quando si finiscono gli spaghetti allo scoglio o alle vongole, dove si buttano i gusci?

Scopriamolo!

I gusci di cozze e vongole (ma anche di cannolicchi, capesante e conchiglie più in generale), a dispetto di quanto si pensi, costituiscono un rifiuto alimentare molto particolare. In molti sono abituati a buttare tutto nel bidone dell’umido in quanto “naturali” ma, spiace dirlo, è un errore! Questo perché i gusci dei molluschi sono formati principalmente da carbonato di calcio, un composto chimico che li rende non biodegradabili e difficilmente compostabili a causa del lungo tempo di smaltimento… Se fossero meno resistenti, tali animali non avrebbero niente grazie a cui difendersi dall’ambiente esterno.

Soluzione!

Al fine di un corretto smaltimento si buttano assieme ai rifiuti indifferenziati secchi.
Va sottolineato che le linee guida per la raccolta differenziata possono variare da comune a comune, perché in alcuni è consentito gettare i gusci nella frazione organica, quindi è sempre meglio informarsi negli uffici dell’azienda per i servizi ecologici del vostro municipio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *