Arte

I Daft Punk annunciano lo scioglimento dopo 28 anni di carriera

2 Mins read

Dopo decenni di successo, canzoni memorabili e sette Grammy Awards, il duo francese, ha annunciato ufficialmente lo scioglimento, più precisamente il 22 febbraio 2021. Personalmente, credo sia doveroso fare un epilogo di una carriera ricca di successi e di uno dei più importanti e influenti gruppi di musica elettronica, che è passato alla storia e che ha rivoluzionato la musica house.

Stile musicale

Lo stile dei Daft Punk ha sempre spaziato fra diverse varianti della musica da ballo elettronica, focalizzandosi principalmente sulla french house (genere di musica elettronica nato in Francia), di cui sono considerati esponenti di punta. Hanno fatto un largo uso di campionamenti tratti da brani pubblicati negli anni settanta e ottanta, riprendendo inoltre le sonorità “robotiche” e quelle “kitsch” del funk e della disco music.

Gli inizi e la creazione di una propria identità: 1987-1992

Thomas Bangalter e Guy-Manuel de Homem-Christo, si sono conosciuti a Parigi nel 1987, al Lycée Canot.

I due fondano successivamente, con Laurent Brancowitz il gruppo rock Darlin’ nel 1992 con Bangalter al basso, de Homem-Christo alla chitarra e Brancowitz alla batteria.

Il gruppo rock Darlin’ si è successivamente sciolto dopo aver ricevuto una recensione negativa dalla rivista britannica Melody Maker nel 1993, che li ha definiti come “un gruppetto di stupidi teppistelli (a daft punky trash)”. Questa critica ha dato origine al nome del duo.

Il film Il Fantasma del Palcoscenico del 1974, è stata una fonte di ispirazione per l’immagine che il duo ha adottato.

1993-1999: i primi successi

I Daft Punk non avevano intenzione di pubblicare un album, ma in seguito, hanno deciso di firmare il contratto con la Virgin Record, pur mantenendo una certa indipendenza nel controllo della propria immagine.

Nel 1997 viene pubblicato l’album Homework, con un innovativo mix di techno e house. Il più noto singolo dell’album è Around the World, noto anche per il suo video musicale diretto da Michel Gondry.

Il duo di dj prosegue passo dopo passo, pubblicando nel 2001 l’album Discovery, che segna una svolta con i singoli One More Time, Digital Love e Harder, Better, Faster, Stronger.

2004-2007: “Human After All” e “Alive 2007”

Nel 2005 è uscito Human After All, un album di 45 minuti consistente in dieci tracce e registrato in sole sei settimane.

Nel 2006 il gruppo si è esibito dal vivo al Coachella Valley Music and Arts Festival. A tale evento è seguita una tournée in America del Nord, Europa e Giappone svoltasi tra il 2006 e il 2007; dalla data tenuta a Parigi è stato estratto l’album dal vivo Alive 2007, uscito il 20 novembre 2007 e accolto positivamente dalla critica specializzata, che ne ha elogiato lo spettacolo scenografico.

2011-2016: “Random Access Memory” e ultimi anni

Nei primi mesi del 2012 musicisti e artisti famosi come Nile Rodgers, Giorgio Moroder e Paul Williams hanno annunciato la loro collaborazione con i Daft Punk riguardo al progetto di un loro quarto album in uscita verso la primavera 2013.

Il 26 febbraio 2013 il duo ha rivelato l’uscita del disco per il successivo 21 maggio e nella notte tra il 2 e il 3 marzo, durante il Saturday Night Live, ha lanciato la prima pubblicità inerente all’album, confermando la data di pubblicazione. Il 23 marzo 2013 è stato rivelato il titolo, Random Access Memory, e il 19 aprile è stato presentato il primo singolo Get Lucky, realizzato con Pharrell Williams alla voce e Nile Rodgers alla chitarra.

Il 15 luglio 2016 il duo francese e il cantautore canadese The Weeknd, hanno collaborato per la realizzazione dell’album di quest’ultimo intitolato “Starboy”. I brani in questione Starboy e I Feel It Coming, sono stati pubblicati come singoli il 22 settembre e il 17 novembre del 2016 .

I Daft Punk, attraverso un video di YouTube, intitolato Epilogue, pubblicato nel loro canale ufficiale, hanno annunciato lo scioglimento e il ritiro dall’attività musicale. Un doveroso grazie ai Daft Punk che ci hanno fatto ballare e scatenare in discoteca con le loro fantastiche canzoni. Grazie di tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *