Sport

Ronaldo e Dybala quota 100 gol: Juventus tra presente e futuro

2 Mins read

Quando segna uno va in rete anche l’altro. Cristiano Ronaldo e Paulo Dybala, nella partita del 12 maggio contro il Sassuolo vinta per 3 a 1 dai bianconeri, hanno raggiunto la quota 100 gol con la maglia della Juventus.

Le parole di CR7: “Orgoglioso per me e felice per Paulo”. Dybala: “Concentrati per le partite che mancano”.

Il commento di Pirlo: “In passato ci è capitato di pensare che bastasse indossare la maglia della Juve per vincere le partite, invece bisogna soffrire, avere disciplina e coesione. Siamo ancora vivi. Per una mezz’ora respiriamo, poi ci ributtiamo a capofitto sulle prossime due gare. Stasera i campioni hanno dato l’impronta alla gara”. Finalmente, una prova di orgoglio.

Il testa a testa per arrivare a 100 gol doveva essere lo stimolo ulteriore per averli entrambi in ottima forma fisica in questo finale di stagione di Serie A, in cui le loro reti erano indispensabili.

Coppia del futuro? Difficile, soprattutto senza Champions ma in ogni caso i conti e le valutazioni del club sembrano imporre la partenza di uno di loro. Coppia del presente, semmai, e quanto attesa: festa insieme al ritorno della Joya più di un mese fa col Napoli, poi stop. Eppure accendere Dybala è fondamentale anche per accendere CR7. La statistica che colpisce sempre: nelle ultime nove partite in cui ha segnato l’argentino, in otto ha fatto gol anche il portoghese. Un peccato vedere la Juventus in ginocchio, nella sua stagione più brutta dell’ultimo decennio.

L’inizio di una nuova rivoluzione

La Juve si avvia verso un finale di stagione che potrebbe ridisegnare totalmente i piani bianconeri per il prossimo futuro, a partire dallo staff tecnico fino ad arrivare alla rosa dei giocatori. La qualificazione alla prossima Champions League è sempre più a rischio per la Vecchia Signora che, dopo il brusco stop contro il Milan, ha subito intenzione di ripartire per avvicinare la qualificazione alla massima competizione europea. Dopo una stagione particolarmente deludente, tira aria di rivoluzione in casa bianconera e inevitabilmente alcuni nomi restano molto chiacchierati.

Il calciomercato della Vecchia Signora è legato soprattutto alle scelte di Cristiano Ronaldo e Gianluigi Buffon.

Buffon difatti ha annunciato l’addio alla Juventus. Le possibilità sono 2: ritirarsi o cercare nuovi stimoli prima di chiudere la carriera: ha già giocato all’estero con il Paris Saint-Germain e sarebbe felice di poter giocare ancora una volta in Europa. Numerose le offerte proposte al portiere quarantatreenne, che è stato accostato a diversi club: all’Atalanta, Galatasaray, Lazio, Roma, Dynamo Kiev, Eintracht Francoforte e AS Monaco.

Rigore parato Buffon: Berardi respinto al mittente - VIDEO
Buffon para il rigore a Berardi nella partita Juventus-Sassuolo
Credits: Juventus News 24

Per quanto riguarda il futuro del portoghese, se la Juventus non dovesse qualificarsi per la Champions League è probabile che potrebbe partire in estate e concludere la carriera allo Sporting CP, in Portogallo, o al Manchester United, nonostante abbia ancora un anno di contratto con la Juventus.

Andrea Pirlo, l’attuale tecnico bianconero è in bilico e potrebbe lasciare la Juventus a fine stagione: tra i nomi più suggestivi per il post Pirlo abbiamo: Zinédine Zidane, Gennaro Gattuso e Carlo Ancelotti.

Per uscire da questo periodo di crisi, la dirigenza della Juventus dovrà assolutamente cambiare registro, perché quest’anno ha osato troppo e concretizzato poco.

D’altra parte dagli sbagli si impara, fare le giuste scelte portano al successo. Nei periodi più bui, c’è l’opportunità per rialzarsi e tornare più forti di prima e la Juventus, nei periodi di crisi, ha sempre avuto modo di rinascere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *